sabato, Luglio 13, 2024
Milano Sostenibile
HomeCulturaBergamoDo you speak English? In molti casi no. Un italiano su due...

Do you speak English? In molti casi no. Un italiano su due non parla una lingua straniera

La piattaforma di apprendimento Preply ha pubblicato i risultati di un sondaggio rappresentativo che evidenzia dati sorprendenti sulla conoscenza delle lingue straniere tra gli italiani. Secondo l’indagine, circa un italiano su due afferma di non parlare alcuna lingua straniera. Il sondaggio, condotto nell’aprile 2024 dall’istituto di sondaggi professionali Censuswide per conto di Preply, ha coinvolto un campione di 1000 persone di età superiore ai 16 anni. L’obiettivo dell’indagine era determinare l’attuale livello di competenza nelle lingue straniere tra gli italiani.

Un italiano su due non parla una lingua straniera, ma le nuove generazioni stanno recuperando terreno

  • Il 48% dei mille intervistati dichiara di parlare una sola lingua. Nel 96% dei casi, questa lingua è l’italiano.
  • Il 37% dei partecipanti al sondaggio sa parlare due lingue diverse. In media, un italiano parla 1,63 lingue.
  • La conoscenza delle lingue straniere è molto più diffusa tra i giovani: nella fascia di età 16-34 anni, il 46% degli intervistati parla almeno due lingue. Tra i più giovani, 16-24 anni, questa percentuale sale al 48%. Di conseguenza, si può prevedere un significativo aumento della competenza nelle lingue straniere nei prossimi decenni.
  • Tuttavia, anche all’interno della Generazione Z, un intervistato su quattro parla solo la propria lingua madre e nessuna lingua straniera.

La conoscenza delle lingue straniere in Italia si sta sviluppando lentamente, poiché solo negli ultimi decenni l’insegnamento delle lingue straniere nelle scuole ha assunto maggiore importanza. Questo ha posto le generazioni più anziane in una posizione di svantaggio, come riflettono le attuali statistiche. Tuttavia, la crescente diversità linguistica e l’influenza delle culture straniere attraverso la cultura popolare stanno contribuendo a migliorare le competenze linguistiche. Questa dinamica suggerisce che la conoscenza delle lingue straniere aumenterà significativamente nei prossimi anni.

Immagine 1: Sondaggio “Quante lingue parli?”

Download immagini (Credit: Preply)

Un dato interessante: la conoscenza delle lingue straniere è meno diffusa nelle regioni turistiche

  • La maggior parte degli italiani monolingue vive in Umbria. Circa due terzi degli umbri non parlano altre lingue oltre all’italiano.
  • In Puglia e in Sicilia, la percentuale di persone in grado di parlare una sola lingua supera il 60%.
  • In Liguria, Lazio, Campania, Calabria e Sardegna, più della metà degli abitanti parla solo italiano e nessun’altra lingua straniera.

I risultati dell’indagine rivelano una realtà sorprendente in alcune delle regioni turistiche più rinomate d’Italia: molti abitanti non parlano alcuna lingua straniera, nonostante spesso lavorino nel settore del turismo e della ristorazione, dove interagiscono regolarmente con ospiti stranieri. La conoscenza dell’inglese, del tedesco o di altre lingue potrebbe rappresentare un notevole vantaggio in queste professioni.

In queste regioni italiane i cittadini hanno una conoscenza particolarmente buona delle lingue straniere

  • Nel nord Italia, in regioni come Lombardia, Veneto un abitante su cinque parla tre o più lingue.
  • L’Abruzzo è la regione più poliglotta del centro-sud Italia
  • In Molise, quasi un intervistato su sei è in grado di comunicare in più lingue. Il 18% degli intervistati in Piemonte è multilingue.

Immagine 2: In quali regioni gli abitanti parlano più lingue e in quali meno. I dettagli del sondaggio e dell’analisi possono essere consultati qui: preply.com/it/blog/lingue-straniere-in-italia-sondaggio

Quali sono le lingue più parlate in Italia?

  • Non sorprende che l’inglese sia la lingua straniera più parlata dagli italiani. Il 42% degli italiani che conoscono una lingua straniera parla inglese.
  • Il 12% degli italiani intervistati parla francese e il 9% parla spagnolo, entrambe le lingue neolatine come l’italiano. Le tre lingue condividono fino all’80% del vocabolario.
  • Le altre lingue straniere parlate includono albanese, arabo, cinese, croato, giapponese, greco, hindi, persiano, polacco, russo e portoghese. Il 4% degli intervistati ha dichiarato di parlare una o più di queste lingue.

 

Informazioni su Preply: Preply è un marketplace online per l’apprendimento delle lingue che mette in contatto i tutor con centinaia di migliaia di studenti in 180 Paesi del mondo. Più di 40.000 tutor insegnano oltre 50 lingue, grazie ad un algoritmo di apprendimento automatico che consiglia i migliori tutor per ogni studente. Fondata negli Stati Uniti nel 2012 da tre fondatori ucraini, Kirill Bigai, Serge Lukyanov e Dmytro Voloshyn, Preply è cresciuta da un team di 3 persone a un’azienda di oltre 600 dipendenti di 62 nazionalità diverse, con uffici a Barcellona, New York e Kiev.

 

RELATED ARTICLES

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisment -XIII tappa dei Digital Regional Summit, promossa da The Innovation Group, in collaborazione con Regione Lombardia si terrà a Milano il prossimo 5 febbraio presso la Sala Biagi di Palazzo Lombardia

Mercury Auctions - aste online giudiziarie

Remarketing  Marine - aste online nautiche

Agenzia immobiliare Milano vendita acquisto case immobili di pregio

Kynetic realizzazione siti web a Salerno

Gestione professionale social network con scrittura di post - Kynetic social media agency salerno

Most Popular

Recent Comments