Festival di Sanremo. Amadeus annuncia il cast dell’edizione 2023.

88
Agenzia immobiliare Milano vendita acquisto case immobili di pregio

Puntuale come il Natale, arriva il Direttore Artistico Amadeus, che annuncia prima al TG1 e poi nel programma “Viva Raidue” dell’amico Fiorello, il cast del prossimo Festival di Sanremo 2023, che condurrà in questa e nella prossima edizione, affiancato da Gianni Morandi (tutte le sere), Chiara Ferragni (prima serata e serata finale) e la giornalista Francesca Fagnani, (personaggio “rivelazione” dell’anno, con la sua trasmissione Belve, compagna di Enrico Mentana), e che si svolgerà da martedì 7 a sabato 11 febbraio.

Questa sera alle 21, ne parlo in diretta Instagram su @kettycarraffaopinionista

La lista ufficiale dei cantanti che compongono il cast del Festival  è composta da 28 artisti in gara (22 cantanti scelti e 6 vincitori di Sanremo Giovani) con 28 canzoni inedite.
Come per l’edizione 2022, l’unica categoria in gara al Festival si chiama “Artisti”: i Giovani si sfidano il 16 dicembre nella Finale di Sanremo Giovani e 6 di loro otterranno un posto in gara tra i Big.
I titoli delle canzoni in gara verranno annunciati da Amadeus durante la serata di Sanremo Giovani.

I cantanti (Big) in gara: Giorgia – Articolo 31 – Elodie – Colapesce Dimartino – Ariete- Modà – Mara Sattei – Leo Gassmann – I Cugini di Campagna – Mr. Rain – Marco Mengoni – Anna Oxa – Lazza – Tananai (arrivato ultimo nell’edizione 2022) – Paola & Chiara – LDA (figlio di Gigi D’Alessio e, finalmente, l’unico che proviene dai “talent”- Madame – Gianluca Grignani – Rosa Chemical – Coma_Cose – Levante – Ultimo…

Non sono ancora stati confermati ufficialmente gli ospiti di Sanremo 2023 e per quanto riguarda il “PrimaFestival”, Amadeus ha annunciato che alla conduzione ci sarà Andrea Delogu e, come inviati, Gli Autogol e Jody Cecchetto (figlio di Claudio).

Scende in campo Marco Mengoni, che torna per la terza volta in gara dopo il podio del 2010 e la vittoria del 2012 e ci riprova anche Ultimo, vincitore dei giovani nel 2018 e secondo nel 2019.

Gareggia anche Giorgia: quattro volte in gara, fra i giovani, con la conquista delle tre posizioni del podio, e superospite.

L’Ariston torna ad essere il palco dove si raccontano storie con i temi del “ritorno e riscatto, guerra e pace”, forse un’ultima spiaggia per artisti ormai considerati lontani dalla discografia che vende. Torna Gianluca Grignani, dopo la partecipazione dell’anno scorso, come ospite di Irama, vittima di un gravissimo hating ingiustificato e che deve dimostrare di avere ancora la carica rock di una volta, per noi indimenticabile. Tornano Paola e Chiara, le dee dei tormentoni anni ’90, dopo 9 anni e qualche problema familiare di troppo, con un pezzo che si preannuncia tutto da ballare. Altra réunion è quella degli Articolo 31, pionieri italiani del rap anni 90, famosi anche per le incomprensioni e veleni con J-Ax (che aveva dichiarato che al Festival di Sanremo non ci avrebbe mai messo piede e grande amico di Fedez). Tornano: Anna Oxa che vanta 14 presenze, (record fra chi è in gara) che ha lasciato il segno proprio negli anni ’90 e i Modà, che cercano di nuovo la spinta giusta.

Amadeus punta sul rapper milanese idolo dei giovanissimi Lazza, che con il suo «Sirio», triplo platino e 17 settimane al numero 1, ha dominato le classifiche e che passa dall’ostentazione dei temi rap, alla passione per Chopin da ex-studente di pianoforte al Conservatorio. Lo stesso discorso di Lazza vale per Madame, uno degli artisti nella top 10 dell’anno su Spotify. La sua potrebbe essere una consacrazione dopo il debutto nel 2021 a Sanremo. Torna Elodie che dovrebbe sfoggiare, oltre alla sua bellezza, anche una prossima hit.

Oltre a Lazza, amato dai giovanissimi e che in questo caso dimentica i testi con i temi tipici tra “soldi e donne”, il rap è presente anche con Mr. Rain e Rosa Chemical, ci saranno Colapesce Dimartino, i Coma Cose, Ariete (Big?) e Levante. Nota un pochino trash sono i Cugini di Campagna, in cerca di rivalutazione dopo la bestemmia all’Isola dei Famosi

Regolamento:

Nella prima e seconda serata a votare sarà la giuria della sala stampa, tv, radio e web che effettuerà la propria votazione dividendosi in tre componenti autonome: un terzo per tv e carta stampata, un terzo per quella radio e un terzo per la giuria web. Nella terza serata il voto sarà affidato per il 50% al televoto e per l’altro 50% alla giuria demoscopica.
Nel corso della quarta serata la votazione sarà tripartita: il 34% affidato al televoto, il 33% alla giuria sala stampa, tv, radio, web e il 33% alla giuria demoscopica, mentre nella quinta i 25 campioni saranno giudicati dal solo televoto che andrà a sommarsi alle precedenti classifiche. Al termine della quinta serata per decretare il vincitore del 73° Festival di Sanremo tra i 3 finalisti nuova votazione da parte di televoto, giuria sala stampa, tv, radio, web e giuria demoscopica.