martedì, Luglio 23, 2024
Milano Sostenibile
HomeIn EvidenzaGiornata Mondiale Senza Tabacco: la parola alla terapista lombarda che ha portato...

Giornata Mondiale Senza Tabacco: la parola alla terapista lombarda che ha portato in Italia il metodo facile per smettere di fumare

Il 31 maggio sarà la Giornata Mondiale Senza Tabacco.

Per approfondire questa dipendenza planetaria e subdola, abbiamo scelto Francesca Cesati, terapista senior del Metodo Allen Carr’s Easyway, il più famoso, facile ed efficace al mondo per la disassuefazione dal fumo.

L’ abbiamo raggiunta telefonicamente in quanto è in viaggio da Milano a Foggia. E proprio in occasione della giornata mondiale senza tabacco, la Dr.ssa Cesati terrà un seminario per la disassuefazione dal fumo in favore dei dipendenti di un ente pubblico, in quel della Città di Manfredonia.

Francesca, lei ha avuto la fortuna di conoscere Allen Carr, definito dalla stampa internazionale il Guru mondiale della disassuefazione dal fumo, come è accaduto? Ci descriva l’incontro e cosa ha provato nell’averlo lì di fronte a lei.

“Beh, devo dire che all’epoca, stiamo parlando del 1988, non avevo la più pallida idea di chi fosse Allen Carr: semplicemente fumavo ed Allen era per me uno sconosciuto.  Qualcosa però era successa nel 1983, in una casa di Raynes Park, sobborgo di Londra,  qualcosa che, senza che io lo sapessi, avrebbe cambiato la mia vita e quella di milioni di altre persone. Penso che nulla accada per caso e non fu quindi un caso quello che mi portò,  5 anni dopo, a frequentare a Londra, dove vivevo da 10 anni, un corso per aggiustare delle sedie antiche. Ogni tanto uscivo per fumare ed un giorno una signora in classe con me mi chiese se mi sarebbe piaciuto smettere. Ovviamente risposi di sì ma aggiunsi  anche che avevo provato di tutto. Mi raccontò che suo marito, grande fumatore, aveva partecipato ad una chiacchierata tenuta da un certo Carr, e da allora aveva smesso ed era felicissimo. Aggiunse anche che quel signore restituiva quanto pagato se una persona non ce l’avesse fatta. Le chiesi di darmi il numero di telefono e 3/4 settimane dopo presi appuntamento. Molto scettica, titubante, terrorizzata, ansiosa suonai alla porta di casa Carr. Mi venne ad aprire una signora, che poi scoprì essere la moglie di Allen. Mi fece accomodare e compilare un questionario in una stanza con altre persone che stavano facendo la stessa cosa. Il tavolo era ricoperto di libri e lettere. Sbirciai e lessi frasi che  esprimevano tutte grande gratitudine “mi  ha salvato” “Le sarò grata per tutta la vita” etc etc.. Venni poi fatta accomodare in una stanza dove  si trovavano altre sei o sette persone, che fumavano,  e faticavo quindi a vedere il piccolo uomo,  dalle chiare fattezze inglesi,  che se ne stava dall’altro capo della stanza circondato da cumuli di sigarette. Dopo un po’ iniziò a parlare: lui parlava e noi fumavamo. Uscii alla fine del pomeriggio in uno stato di trepida esaltazione che divenne, con il passare del tempo, una sempre più profonda convinzione che “Ce l’avevo fatta! ERO LIBERA!”. Nel giro di poche ore quell’uomo aveva trasformato la sigaretta dall’essere il perno che sosteneva la mia esistenza ad essere un oggetto totalmente inutile. Capì, quindi,  la verità di quelle lettere e ne scrissi una anch’io! Non solo; qualche anno dopo decisi di aiutare altri a fare lo stesso percorso portando il metodo in Italia.”

Quest’anno si festeggiano nel mondo i 40 anni dalla ideazione del Metodo, ci sono in Italia ricorrenze importanti legate ad Allen Carr? Il libro per esempio, un successo più unico che raro, soprattutto se pensiamo al mercato dell’editoria italiana, sempre più in crisi

”Sì é vero quest’anno vi sono varie ricorrenze e la prima è proprio quel che accadde in quel  Luglio 1983 a casa Carr. 1983: esce sul mercato il primo cellulare, si vendono i primi Swatch, nasce Amy Winehouse e muore Joan Mirò. Il 15 luglio la temperatura in Italia raggiunge i 47 gradi ma in una casa a Raynes Park, un quartiere periferico di Londra, quello stesso giorno accade qualcosa che avrebbe potenzialmente interessato 1.250.000.000 di persone, ne avrebbe aiutate 50.000.000 e, come ho detto poco fa,  io sono una di queste. Proprio nel pomeriggio di quel giorno, uno sconosciuto commercialista inglese di nome Allen Carr comprese le dinamiche reali del tabagismo e concluse quella giornata, iniziata con la prima delle sue quotidiane  80 sigarette,  da gioioso non fumatore. Allen era solito descrivere quanto era accaduto quel 15 luglio come se un velo di nebbia si fosse improvvisamente diradato permettendogli di vedere le illusorie menzogne che avevano generato ed accompagnato la sua vita da fumatore. Vedeva la strada che aveva liberato lui e lui l’avrebbe indicata a tutti i fumatori, strada che era così incredibilmente facile da percorrere. Iniziò a tenere brevi seminari che divennero sempre un pochino più lunghi sino a raggiungere la durata di circa cinque ore. Nel 1985 non riuscendo a far fronte alle richieste di partecipazione ai suoi seminari, traspose il suo metodo, a cui aveva dato nome “Easyway”,  In forma cartacea e scrisse The Easyway to stop smoking. Tradotto in 40 lingue questo libro ha raggiunto, da allora, i 20 milioni di copie vendute. Pubblicato in Italia  nel 2003, “ É facile smettere di fumare se sai come farlo “ quest’anno compie vent’anni ed ha superato 1.680.000 copie vendute. Sempre quest’anno sono 35 anni da quando varcai la soglia di casa Carr e, quindi, da quando spensi la mia ultima sigaretta e da 25 anni, come Allen Carr’s Easyway Italia,  aiuto, oggi con altri colleghi, altre persone ad uscire dalla prigione del fumo.”

Il 31 maggio è la giornata senza tabacco e quest’anno l’Organizzazione Mondiale della Sanità, con un sottotitolo, ha legato questa temibile dipendenza a una questione che sembra avulsa dalla stessa: “abbiamo bisogno di cibo non ti tabacco” come mai?

Sono lieta che l’OMS abbia deciso di contrapporre il cibo al tabacco. Finalmente si inizia a parlare dello spaventoso impatto che quest’ultimo ha avuto ed ha sull’ambiente: negli ultimi 45 anni, a causa della forzata coltura del tabacco, abbiamo perso 1.500.000.000 ettari di foresta, sono 5.000.000  gli ettari di terra che ogni anno vengono usati per coltivare questa pianta che necessita, più di altre,  di pesticidi e concimi chimici, depauperando il terreno e creando enormi problemi alla biodiversità. Ogni sigaretta comporta lo spreco di circa 3,5 litri di acqua il che significa che quotidianamente, i 12.000.000 di italiani fumatori sprecano circa 420.000 m3 di acqua. I nuovi dispositivi elettronici e gli usa e getta  sono un immane pericolo per l’ambiente ragion per cui vi sono ulteriori motivazioni per decidere di smettere di fumare.”

Ora capiamo le motivazione che hanno spinto l’OMS a legare lo smettere di fumare alla carenza di cibo nel mondo; a questo punto non possiamo più mettere la testa sotto la sabbia, siamo chiamati in campo per rispondere delle azioni che facciamo ogni giorno e smettere di fumare diventa una scelta responsabile per noi e per il pianeta; cosa dobbiamo fare se volessimo abbandonare definitivamente e senza soffrire, le sigarette e lo svapo?

“Il metodo di Carr è così valido proprio perché non reitera quel che il fumatore già sa: ti fa male, ti costa, etc. ma smonta una dopo l’altra tutte le valenze positive che erroneamente il fumatore attribuisce alla sigaretta. Si arriva quindi a capire – o alla fine dei seminari che teniamo o alla fine del libro – che non c’è un motivo al mondo per cui abbia senso fumare per cui risulta facile smettere”.

Ringraziamo la Dr.ssa Cesati e consigliamo,  per approfondire l’argomento o per conoscere le date delle sessioni on e off line, la visita al sito www.easywayitalia.com . Non ci resta che sottolineare, in chiusura che l’atto del fumare ha un impatto devastante non solo sulla propria salute ma sull’intero ecosistema. Non sarebbe ora di smettere?

A cura della Redazione

RELATED ARTICLES

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisment -XIII tappa dei Digital Regional Summit, promossa da The Innovation Group, in collaborazione con Regione Lombardia si terrà a Milano il prossimo 5 febbraio presso la Sala Biagi di Palazzo Lombardia

Mercury Auctions - aste online giudiziarie

Remarketing  Marine - aste online nautiche

Agenzia immobiliare Milano vendita acquisto case immobili di pregio

Kynetic realizzazione siti web a Salerno

Gestione professionale social network con scrittura di post - Kynetic social media agency salerno

Most Popular

Recent Comments