giovedì, Febbraio 22, 2024
Agenzia immobiliare Milano vendita acquisto case immobili di pregio

HomeEconomiaIl vero leader ai tempi dell’IA? Tutto cuore e cervello

Il vero leader ai tempi dell’IA? Tutto cuore e cervello

ll vero leader ai tempi dell’intelligenza artificiale? Deve avere cuore e cervello, il primo per prendersi cura delle persone, il secondo per raggiungere gli obiettivi di business promuovendo un impatto positivo sulla società.

In un contesto in cui, entro i prossimi 5 anni, il 50% delle decisioni manageriali sarà preso in collaborazione con l’IA, sono queste le fondamenta del “test del cuore e del cervello” per i capi articolato in dieci passaggi, proposto da Filippo Poletti, giornalista professionista e top voice di LinkedIn, e da Alberto Ferraris, professore ordinario in economia e gestione delle imprese. Il tutto a 365 giorni dal lancio di ChatGPT, che in soli cinque giorni registrò cinque milioni di utenti e a novembre è arrivato a superare i 180 milioni di iscritti.

«Il leader di oggi deve saper progettare il processo di trasformazione in atto, sviluppare all’interno dell’azienda nuove competenze, promuovere una cultura organizzativa che utilizzi al meglio l’intelligenza artificiale e soprattutto individuare quali attività saranno svolte dagli esseri umani e quali dalle macchine, attribuendo all’intelligenza il ruolo di co-pilota e alle persone quello di “piloti” della rivoluzione in atto», spiega Filippo Polettiideatore e autore del libro “Smart Leadership Canvas: come guidare la rivoluzione dell’intelligenza artificiale con il cuore e il cervello”.

All’interno del volume, edito da Guerini Next e presentato al “Microsoft Technology Center” della sede italiana di Microsoft a Milano il 1° dicembre 2023, le teorie sulla leadership assieme ad analisi quantitative curate da Alessandro Zollo, CEO di Great Place to Work Italia, e a venti interviste ai leader appartenenti alla generazione dei boomer, X e Z, da Microsoft a Google, Cisco, Siemens, illimity, Webuild fino all’unicorno Scalapay, cofondato da Simone Mancini, classe 1987.

Il decalogo del leader ai tempi dell’AI. Stiamo quindi progressivamente passando a una figura di leader poliedrico, che deve avere capacità e competenze commisurate con l’evoluzione della tecnologia, a garanzia di un operato che unisca l’efficacia dell’IA al valore inestimabile del talento umano. 

 

1.     Sa integrare il lavoro fatto dalle persone con quello dell’intelligenza artificiale

2.     Sa individuare il livello di urgenza della collaborazione persone-intelligenza artificiale

3.     Sa stabilire il grado di importanza della collaborazione persone-intelligenza artificiale

4.     Sa coinvolgere i collaboratori per valorizzarli e non per sostituirli

5.     Sa sviluppare relazioni positive con i collaboratori

6.     Sa favorire il benessere dei collaboratori

7.     Sa promuovere l’innovazione in azienda

8.     Sa prendere le decisioni necessarie per sviluppare il business aziendale

9.     Sa realizzare gli obiettivi aziendali nel rispetto delle regole e dell’etica professionale

10.  Sa individuare gli ostacoli e agire con rapidità

RELATED ARTICLES

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisment -XIII tappa dei Digital Regional Summit, promossa da The Innovation Group, in collaborazione con Regione Lombardia si terrà a Milano il prossimo 5 febbraio presso la Sala Biagi di Palazzo Lombardia

Mercury Auctions - aste online giudiziarie

Remarketing  Marine - aste online nautiche

Agenzia immobiliare Milano vendita acquisto case immobili di pregio

Kynetic realizzazione siti web a Salerno

Gestione professionale social network con scrittura di post - Kynetic social media agency salerno

Most Popular

Recent Comments