sabato, Giugno 22, 2024
Milano Sostenibile
HomeEventiL’artista Marzia Ratti conquista la città di Bergamo

L’artista Marzia Ratti conquista la città di Bergamo

Grazie all’agenzia viaggi Ascot Travel, Bergamo scopre o ri-scopre una ‘sua’ artista, a dire il vero già ampiamente famosa, la bergamasca Marzia Ratti: ha infatti riscosso un notevole successo di pubblico il suo vernissage dal titolo “Born in bag – E luce fu”, l’1 dicembre scorso, nell’insolita location di via Broseta 38.

Non a caso il claim dell’iniziativa è ‘Anche organizzare vacanze è arte’…

Dalle vacanze consapevoli, personalizzate con esperienza e dedizione, come quelle che organizza Ascot Viaggi, all’arte innnovativa, ‘viva’, che provoca la discussione, che instilla punti interrogativi.

Questa è la ‘poetica’ distopica, di Marzia Ratti, la ‘firma’ delle installazioni ‘Not For Sale’, tra le quali le Bio-Bag, borse griffate contenenti feti umani (riproduzioni) nel liquido amniotico (di resina) che suscitarono tanto scalpore nel 2022.

I suoi feti, o moderni puttini, sono un indice puntato sul futuro dell’umanità, tra sfide sociali, tecnologiche e perfino sanitarie: viviamo l’inizio di un domani di cui Marzia Ratti intende esortarci ad essere protagonisti e non pedine. Forme, colori e materiali conquistano i sensi.

Chi avesse perso l’occasione del vernissage, ha tempo di visitare la personale della ‘Total Creative’ alla Ascot Travel fino all’ 1 gennaio 2024. L’ingresso è libero e il rischio è solo quello di trovarsi a riflettere sul mondo che ci circonda e soprattutto su quello che stiamo contribuendo a far diventare.

Le opere esposte a Bergamo sono 26; sono costituite da bambini racchiusi in teche o posate su basi in materiali vari, di diverse misure, la più grande e’ di cm 52×70.

I prezzi vanno da € 810 per Gamma 3 della serie Sweet Kaos (colore magenta/oro, pannello in schiuma polimerica, 42×39 cm) a € 10.500, per il trittico Hier- Aujourd’hui-Demain, in neon, plexy e modelli in resina (€ 4.500 cad). Il vernissage e la mostra sono stati organizzati in collaborazione con Agostino Art Gallery di Milano.

E per gli appassionati segnaliamo che dal 12 dicembre, l’artista sarà anche a Milano, in via Laghetto 2, al Centro Culturale “ChiamaMilano”.

www.astrolabiogroup.com

Il sito internet presenta tutte le attività in capo alla Famiglia Aronson (una quota appartiene agli Olivari) che ha scritto la storia del tour operating italiano in quanto già proprietaria di Chiariva dal 1931 al 1998. Ricordiamo che Chiariva è stata la prima agenzia di viaggi in Italia e la terza al mondo fino al 2016. Chiariva con Viva International aveva avviato anche il business delle vacanze e viaggi studio; poi Viva acquistò L’Astrolabio, anch’essa specializzata in vacanze studio, ma per studenti, attività che continua a svolgere con sempre crescente successo. Attualmente l’insieme di attività agenzie/vacanze studio segna un fatturato 2023 di più di 20 milioni di euro ed è in corso una campagna di acquisizioni. L’ultima operazione ha riguardato appunto l’agenzia Ascot Viaggi di Bergamo. Le agenzie della famiglia Aronson sono gestite dalla sede di via Andrea Appiani 5, a Milano. I clienti sono in tutta Italia, con focus in Lombardia; il target è costituito da soggetti che chiedono o apprezzano un servizio di ‘travel design’ e conta oltre 5 mila clienti affezionati. La business unit dei viaggi studio per studenti ha sede a Milano, in via Fratelli Bronzetti 20; muove circa 3 mila bambini e adolescenti l’anno che sommati alla sister company VIVA diventano più di 6.000 e il numero è in continuo aumento. E’ l’unica organizzazione che si fa carico anche dei bambini della scuola primaria, dagli 8 anni (e fino ai 17). L’impegno etico è ispirato ai valori umani più universali e si traduce in lealtà, competenza di mercato e formazione continua nel sapere monitorare e ascoltare i bisogni profondi delle persone clienti. Non a caso, alle famiglie dei giovani che non sono potuti partire per le mete di studio a giugno 2021 causa lockdown, sono state restituite tutte le quote: 2 milioni di euro per 1500 studenti.

Marzia Ratti, Total Creative

Nasce nel 1978 in provincia di Bergamo. La sua formazione inizia all’istituto d’Arte A. Fantoni di Bergamo dove si diploma nel 1996. Successivamente si iscrive al corso di laurea in Conservazione dei Beni Culturali a Venezia e, nel 2002, prosegue gli studi all’Accademia di Brera a Milano. Dopo il liceo artistico, Marzia Ratti trascorre due anni nella Galleria d’arte Caffisio di Milano, assumendo differenti mansioni organizzative ed esponendo i suoi primi lavori. Contemporaneamente frequenta l’accademia di Brera di Milano e svolge lavori di restauro e di interior design grazie all’azienda di famiglia. Queste prime esperienze giovanili, proiettano l’artista alla ricerca di connubi e interazioni tra il panorama classico dell’arte e il design e le permettono di assumere nuove tecniche di approccio rispetto ai materiali e al loro utilizzo grafico pittorico e applicato. Sta, infatti, nell’utilizzo di materiali, cosiddetti, poveri, la peculiarità delle sue opere. Ispirata prevalentemente a Mario Merz e Jannis Kounellis, l’artista Marzia Ratti compie una decontestualizzazione della materia originale attraverso la creazione di opere che hanno come filo conduttore, sin dagli esordi, la luce. Nel suo primo periodo artistico lavora ferro e vetro di Murano di scarto che va a ricercare nelle fornaci, affascinata dagli innumerevoli colori , dalle forme, dalla trasparenza e dai riflessi della luce. Il calore dei forni e la ricerca di perfezione dei pezzi di design e l’imperfezione affascinantissima degli sbagli di produzione, vengono definiti dall’artista come “un infinito parco giochi dove emozionarsi andando alla ricerca del pezzo o della sfumatura più adeguata” La luce vive nelle sue mille sfaccettature, rappresentando filamenti di interconnessioni neuronali grazie all’utilizzo di fibre ottiche come conduttore di luce/impulso emozionale. Nascono così installazioni interattive, che coinvolgono tutti i sensi ed immergono lo spettatore nell’opera stessa rendendolo partecipe tramite sensori in grado di modulare il suono, l’intensità della luce ed il profumo. Dal 2010, Marzia Ratti, compie un’ulteriore evoluzione, intraprendendo una continuativa carriera professionale ed artistica che la conducono, inequivocabilmente, verso l’arte post-human. Dal 2011 Marzia Ratti inizia a collaborare professionalmente con architetti e designer. L’artista sperimenta, cosí, il mondo dell’interior design e del restauro conservativo. Lavora assiduamente al restauro di edifici storici come l’Hotel Excelsior Gallia, collabora ad allestimenti di moda, lavora per Expo creando pannelli di spezie per il Cluster delle Spezie, affianca architetti di fama mondiale. www.marziaratti.com

RELATED ARTICLES

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisment -XIII tappa dei Digital Regional Summit, promossa da The Innovation Group, in collaborazione con Regione Lombardia si terrà a Milano il prossimo 5 febbraio presso la Sala Biagi di Palazzo Lombardia

Mercury Auctions - aste online giudiziarie

Remarketing  Marine - aste online nautiche

Agenzia immobiliare Milano vendita acquisto case immobili di pregio

Kynetic realizzazione siti web a Salerno

Gestione professionale social network con scrittura di post - Kynetic social media agency salerno

Most Popular

Recent Comments